Questa è la primavera

Questa è la primavera. Lei arriva prepotente, e torna la voglia di fare, di giocare, di andare a scoprire posti nuovi. Torna la voglia di uscire e di stare insieme. Ci svegliamo, ci stiracchiamo, stropicciamo gli occhi. Proprio come fanno gli animali dopo il letargo, anche noi, tutti quanti, grandi e piccoli, recuperiamo energia. Riattiviamo i sensi, scuotiamo il corpo, la mente è vigile e il cuore rinasce. 

Questa è la primavera, inquieta, bella e ballerina come è il tempo di marzo.

La primavera, la stagione più attesa dell’anno, che porta via il grigio dal cielo, e speriamo anche dai pensieri, ci prende per mano e ci accompagna fuori, al mare, in campagna, nei campi, a contatto con la natura.

Per augurare buona Pasqua e buona rinascita ai nostri più giovani lettori, ecco un libro che racconta una storia di amicizia e di colline, e di giochi semplici all’aria aperta.

Sulla collina, di Linda Sarah e Benji Davies, Giralangolo, 2014

Uto e leo sono grandi amici.

Passano ore e ore sulla collina, giocando insieme.

Un giorno arriva Samu. Non li conosce, vorrebbe giocare con loro.

Possono, due amici, diventare tre?

Questa è la storia di due bambini, Uto e Leo, che giocano con scatolini di cartone molto grandi. Sono così grandi che possono infilarsi dentro come fossero una casa, una tana, una carrozza. Possono nascondersi, possono inventare quello che vogliono e creare ogni giorno una cosa diversa.

Ogni mattina Uto e Leo trascinano i loro grandissimi scatoloni  fin sulla collina. Poi saltano, ridono, si rincorrono, o restano in silenzio a godersi la natura.

Gli scatoloni prendono vita e forme sempre diverse, come le avventure che vivono: sono ora pirati, ora soldati, ora viaggiatori o invincibili re.

I due amici sono inseparabili e a loro, per star bene, non manca niente.

Poi un giorno ecco arrivare un altro bambino, si chiama Samu.

Ha osservato Uto e Leo ogni giorno e finalmente ha trovato una scatola abbastanza grande e il coraggio di chiedere se può giocare.  

Anche Samu ha con sé uno scatolone e vorrebbe tanto giocare con loro…  È possibile?

Serve un poco di tempo. Servono sorrisi e gentilezza, e qualche colpo di assestamento per trovare un nuovo equilibrio e un nuovo ritmo di gioco, ma poi, stare in tre, diventa proprio bello.

Una storia molto semplice, con grandi illustrazioni su pagine gradevoli al tatto e poco parole per narrare, il valore dell’amicizia, dell’inclusione. Per trasmettere, sin dalla primissima età, quel senso di libertà che solo in natura proviamo e il piacere di giocare con poco.

Sulla collina è parte del patrimonio della nostra Biblioteca dei Ragazzi, insieme a molti altri titoli dedicati alla primavera e alla Pasqua.

Condividi l'articolo:
Pugliese. Quel che più ama: i figli, il blu mare, i colori primari e - a partire da quelli - tutti gli altri, la pagina scritta, la parola che cura, i bambini, danzare, la sua Stromboli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *